Commercio abusivo a Venezia: «Pronti a collaborare con nostre forze di polizia»

Data: 
23/07/2012 - 09:15
Dichiarazione della Presidente della Provincia Francesca Zaccariotto
Francesca Zaccariotto con il coordinatore di polizia provinciale

 

di Francesca Zaccariotto (*): 

 

«Lo spettacolo di Venezia in questi giorni non è certo dei migliori, per una meta turistica riconosciuta unica al mondo. Mi riferisco alla negativa immagine di questi giorni della nostra città capoluogo in mano ai clandestini e venditori abusivi che spaventano e taglieggiano i turisti, vendono impuniti merce contraffatta nelle calli e sui ponti, una situazione di degrado divenuta intollerabile e inaccettabile. La mia non vuole essere una polemica estiva, solo una pacata osservazione: come possiamo permettere che questi spiacevoli fatti accadano proprio a Venezia, che ogni anno attrae milioni di turisti. Come si fa a parlare di una provincia veneziana, culla del turismo, prima nel Veneto e in Italia per qualità dei servizi e dell’accoglienza, quando il turista che arriva a Venezia in piazzale Roma o nella stazione ferroviaria assiste a questo degrado, e deve stare attento deve al borseggiatore o al ladruncolo di turno che lo aggredisce. Non sto parlando del ricorso a chissà quali misure di sicurezza, sto parlando del rispetto condiviso delle regole, chi vende merce contraffatta va fermato e punito, e allo stesso tempo  vanno tutelati quei commercianti che operano nella legalità. Non possiamo vedere campi e campielli affollati di persone che vendono merce contraffatta, oggetti prodotti con materiali di dubbia provenienza e quindi spesso pericolosi per la salute.

 

Desidero ricordare la nostra proposta di un paio di anni fa, con la disponibilità dei nostri agenti del corpo di polizia provinciale per fermare questo dilagante fenomeno che ha invaso la città. I nostri agenti sono già operativi sulle spiagge del litorale a fianco delle forze della polizia locale, per contrastare il commercio abusivo, e i risultati sono stati finora davvero positivi, ci sono arrivati elogi e ringraziamenti  dai turisti e dagli albergatori, e richieste di ulteriori supporti. Siamo pronti a collaborare, a lavorare in squadra, con il comune capoluogo perche il modello dell’”unione fa la forza” in questo caso funziona».

 

 

* Presidente della Provincia

Tutte le Notizie