Ciudad, il turismo sostenibile della Provincia modello di eccellenza

Data: 
20/06/2012 - 11:45
Le iniziative presentate dall'assessore Andreuzza a Ungheni in Moldavia
cicloturisti in battigia

 

Lunedì 18 giugno nella sala conferenze hotel Vila Verde a Ungheni in Moldavia, l’assessore provinciale al Turismo Giorgia Andreuzza ha presentato il modello di turismo lento e sostenibile sviluppato nel Piano Strategico del turismo e in fase avanzata di attuazione nel territorio provinciale, nel corso del primo degli incontri finali organizzati presso i partner esteri, del progetto comunitario “Approccio integrato per lo sviluppo sostenibile del turismo”, di cui la Provincia di Venezia è capofila, nell’ambito del programma europeo Ciudad (Cooperation in Urban Development and Dialogue).

Il secondo incontro sarà il 29 giugno nella città di Kutaisi (Georgia).

Terzo ed ultimo appuntamento sarà la conferenza stampa finale venerdì 6 luglio nella sede della Provincia a Venezia, a Ca’ Corner, con la partecipazione della presidente della Provincia di Venezia Francesca Zaccariotto.

 

Fanno parte del progetto Ciudad, la Provincia di Venezia e altri tre partner, due esteri appartenenti all’area di prossimità dall’Unione europea, i paesi dell’area Enpi (Politica di vicinato della Ue) e in particolare il comune di Kutaisi (Repubblica di Georgia) e il comune di Ungheni (Moldavia) e un partner locale, la ConfArtigianato di San Donà di Piave.

Nel progetto è coinvolto anche il Consorzio Bacino Imbrifero Montano del Basso Piave della Provincia di Venezia (Bim) per valutare ipotesi di collaborazione e/o investimento sul tema dell’economia sostenibile, energie alternative e progettazione di corridoi verdi.

 

 

All’incontro in Moldavia sono intervenuti il sindaco di Ungheni Alexandru Ambros, il vice ministro dell’Ambiente della Moldavia Chirico Lazar, il vicesindaco di Kutaisi Tengiz Topuridze, Kakha Demetrashvili del Ministero dello Sviluppo Regionale, il presidente del consorzio Bim Simone Urban, il vicepresidente Roberto Dal Cin, il segretario Walter Zanutto.

 

L’assessore provinciale al Turismo Giorgia Andreuzza è intervenuta sul tema “Il turismo lento e sostenibile: le destinazioni turistiche nell’esperienza della Provincia di Venezia”: «Abbiamo presentato il masterplan della Provincia di Venezia per lo sviluppo del turismo lento e sostenibile; un insieme di soggetti che collaborano e mettono in atto sinergie per valorizzare il territorio, ampliare l’offerta e creare economia turistica, allungando la stagionalità e la permanenza. E’ una grande soddisfazione vedere quanto il nostro metodo operativo abbia suscitato curiosità ed interesse da parte dei nostri partner esteri. Hanno apprezzato il modo di pianificare “facendo rete” e, soprattutto, gli esempi concreti che la Provincia di Venezia ha già sperimentato. Grande interesse ha riscosso la nostra rete di percorsi cicloturistici che attraversano il nostro territorio per addentrarsi fino alla laguna di Venezia. Il cicloturismo è pratica sportiva sana e all’aria aperta, che può rappresentare un’importante opportunità di sviluppo per una grande rete europea. Così come il turismo fluviale con le imbarcazioni elettriche, le ippovie, le passeggiate a piedi nel verde che sono altri esempi importanti del turismo sostenibile, che non inquina che tutela l’ambiente e la natura. Sono stati poi illustrati esempi di turismo archeologico, religioso e di quello, in continua crescita, legato all’enogastronomia. Grande attenzione è stata rivolta al progetto comunitario 202020 cui la Provincia di Venezia ha aderito, con il protocollo dei sindaci, per ridurre le emissioni inquinanti, sviluppare l’impiego di energia rinnovabile e il risparmio energetico. Anche per la candidatura a Venezia, capitale europea della cultura, la Provincia di Venezia sta puntando sul turismo sostenibile e lento. Con soddisfazione ho potuto capire quanto il lavoro di questi anni abbia davvero portato alla realizzazione di un modello di eccellenza che ora i nostri partner vogliono prendere come esempio di buona pratica da replicare. Un segnale forte che ci viene dai partner esteri che conferma l’importanza di proseguire lungo il percorso intrapreso”. 

 

Sono seguiti poi gli interventi di Romano Toppan, docente di Economia del Turismo, e consulente per il Piano Strategico del Turismo della Provincia di Venezia, sul tema “L’economia del turismo e lo sviluppo locale: un’intangibile creazione di valore. Presentazione delle attività di progetto e dei risultati” di Salvatore Carlo Vigo, esperto internazionale di promozione del turismo su “Il Piano strategico del turismo di Ungheni: presentazione del rapporto finale”.

 

L’incontro si è concluso con la firma della dichiarazione d’intenti tra il presidente del Bim, Simone Urban e il sindaco di Ungheni Alexandru Ambros, alla presenza dell’assessore provinciale Giorgia Andreuzza e dei rappresentanti della Georgia, per valutare la fattibilità di installare piccole centrali termiche, con l’energia derivante dalle biomasse, per conferire alla città sorgenti alternative per il riscaldamento di strutture sia pubbliche che private.

 

 

Tutte le Notizie